@: info@rundesign.it
Tel: +39.02.2593364

Think Minsk: Minsk

Think Minsk: Minsk
21 Settembre 2020 Roberta Casaliggi
Think Minsk logo

Per capire come e perché è stato definito Think Minsk, il sistema comunicativo di Minsk occorre partire dalla storia della città e come oggi è percepita dai suoi abitanti, dai turisti e dal resto del mondo.

Minsk è la capitale della Bielorussia fondata nel 1067. È la città più grande ed anche la più ricca e sviluppata della nazione. Proprio il suo essere nettamente al di sopra di qualsiasi altra città della Bielorussia ha fatto sì che Minsk non abbia mai sviluppato una sua personalità forte e distintiva. Nonostante i suoi 1000 anni di storia e 2 milioni di abitanti, e il fatto che il 10% dell’intera popolazione risieda qui. I suoi abitanti si identificano con la loro nazionalità e faticano a trovare una base culturale o una tradizione che li caratterizzi e li distingua come cittadini di Minsk.

LA città di Minsk

Minsk. Città dell’intelletto

Un tempo la città si caratterizzava come luogo di scambi e commerci per la sua posizione che faceva da ponte tra Europa e Russia. Oggi Minsk è una città tecnologicamente avanzata con circa 5000 imprese in settori ingegneristici, elettronici, meccanici ed energetici. Produce beni esportati in moltissimi paesi ed è un polo logistico importante. Fiorente anche l’industria di programmazione software e produzione di alta precisione che è emersa a Minsk negli ultimi due decenni. La sua industria IT supera tutte le altre industrie nel suo contributo al PIL del paese. Il suo carattere culturale e scientifico è in crescita, di spicco la sua National Academy of Sciences. L’attenzione alla ricerca e all’istruzione la colloca tra le città in crescita più moderne. Non a caso vuole affermarsi entro il 2030 come Città dell’Intelletto, da qui Think Minsk.

National Academy of Sciences

Il contest per Think Minsk

Nel 2012 l’amministrazione si pone la questione di come aumentare la competitività della città per attrarre investitori e talenti dall’estero. Lancia un contest per definire l’agenzia più adatta a creare il logo di Minsk e il sistema visivo della città. Attraverso una serie di interviste prende forma l’immagine di una città moderna, precisa, funzionale e pulita. Quello che manca per i suoi cittadini è l’arte,  le attività ludiche e ricreative. Manca alla città comfort e divertimento, investire anche sul tempo libero.

In agosto INSTID, agenzia londinese specializzata in place branding, vince il contest per la realizzazione del sistema visivo della città di Minsk. Viene posto al centro della ricerca il concetto di Minsk Città dell’Intelletto. Think Minsk è lo slogan che viene creato: chiaro e diretto parla infatti di una città moderna e razionale che mette scienza, ingegneria e cultura al centro della sua identità.

Think Minsk
“L’identità ha due lati o prospettive”, dice Natasha di INSTID, l’agenzia che ha ideato Think Minsk. “Da un lato si tratta di definire l’unicità di un luogo, differenziandolo. D’altra parte, è una ricerca di un terreno comune. L’obiettivo è far scoprire alla gente del posto cosa hanno in comune e iniziare a definirsi attraverso un luogo “.

Oltre allo slogan Think Minsk, il sistema visivo si caratterizza per il colore predominante: l’azzurro (il colore della comunicazione, del pensiero astratto e dell’intelletto), che insieme al bianco crea un abbinamento fresco e gradevole. Le righe, semplici e pulite dal punto di vista formale, sono l’elemento grafico attorno a cui ruota tutto il sistema visivo che si va costruendo. Questo sistema, creato insieme al graphic designer Maxim Alimkin, è perfettamente adatto per essere utilizzato da tutti quegli abitanti della città che vogliono contribuire a rappresentare lo stile ”Minsk Blue”, lo stile di Think Minsk, da cui il logo di Minsk.

Logo della città

Le righe come elemento caratterizzante

Il team ha disegnato strisce bianche e blu alternate di uguale larghezza, l’unico imperativo per le immagini della città. Lo studio ha progettato alcune applicazioni per mostrare le potenzialità del sistema. In un esempio le linee andavano formando un intreccio che ricorda i circuiti elettrici a richiamare il carattere scientifico-tecnologico della città.

Think Minsk circuito elettrico

Think Minsk: la partecipazione di tutti

Residenti, imprese e enti pubblici di Minsk possono interpretarle e utilizzarle attraverso l’impiego d’infiniti possibili pattern. Il sistema offre infinite possibilità di esprimere Think Minsk, pur in modi completamente diversi. Il brand di Minsk rimane riconoscibile in tutte le sue declinazioni e sui diversi media.

Applicazioni Think Minsk

Sistema visivo Minsk
Anche la squadra di calcio bielorussa dell’FC Dinamo Minsk si fa interprete di Think Minsk. Le nuove maglie home e away 2020 dell’FC Dinamo Minsk sono state rilasciate a marzo del 2020. Sono prodotti da Saller e saranno indossati dai giocatori in casa e in trasferta.

FC Dinamo Minsk

Think Minsk non è solo il logo di Minsk

L’idea di Think Minsk non prevede di fermarsi all’aspetto grafico-visivo, si vuole dare alla città una caratterizzazione olfattiva, gustativa e uditiva. Si lavora per creare la fragranza di Minsk, il proprio cibo di strada e la propria musica. Molti volontari partecipano a questo complesso ma anche unico progetto, lo scopo è coinvolgere quanti più cittadini possibile.

Tutti per Minsk
Oggi, a più di un mese dalle contestatissime presidenziali, Minsk è scossa dalle proteste e dagli scontri: una larga parte del paese non riconoscere Aleksandr Lukashenko come rappresentante del popolo bielorusso.


Sei interessato a conoscere altre best practice nell’ambito del Place Branding, Leggi gli articoli nel nostro blog: Place Branding.