@: info@rundesign.it
02.8715.6247

Logo TikTok: tra minimalismo, semplicità e creatività

Logo TikTok: tra minimalismo, semplicità e creatività
28 Aprile 2022 Martina Cigolini

TikTok è il social network più in voga del momento, con più di 800 milioni di utenti attivi ogni mese.
Nata nel 2017, la piattaforma ha rapidamente conquistato i più giovani, ma non solo: anche personaggi famosi e influencer hanno iniziato a creare i loro contenuti su questo social.
Nel 2020, TikTok ha raggiunto i 2 miliardi di utenti in tutto il mondo, superando gli storici Facebook e Instagram.
Attraverso questa app, gli utenti possono creare brevi clip musicali di durata variabile (dai 15 ai 180 secondi) ed eventualmente modificare la velocità di riproduzione, aggiungere filtri, effetti particolari e suoni ai loro video.
In questo articolo vi raccontiamo la storia e l’evoluzione del logo di TikTok.

 

 

Gli “antenati” di TikTok: Musical.ly e Douyin

Forse non tutti lo sanno, ma TikTok nasce da due applicazioni già esistenti sul mercato.
La prima è Musical.ly, nata a Shanghai nel 2014, che ben presto raggiunse un vastissimo numero di utenti negli Stati Uniti.

 

 

La seconda è Douyin, piattaforma molto simile a Musical.ly che venne lanciata dal colosso tecnologico cinese ByteDance. Nell’arco di un solo anno, l’applicazione ha attirato 100 milioni di utenti provenienti da Cina e Thailandia.
Dato il successo della piattaforma in Asia, ByteDance capì ben presto che il mercato aveva potenzialità di crescita e che sarebbe stato possibile espandersi in tutto il mondo. 

 

2016: la nascita di TikTok

Nel 2016, ByteDance decise di cambiare il nome di Douyin in Tik Tok, che rimase focalizzata sul mercato orientale. Nello stesso anno, il colosso cinese acquistò anche Musical.ly per 1 miliardo di dollari, con l’obiettivo di presidiare il mercato occidentale.
Tuttavia, nel 2018, annunciò la fusione delle piattaforme, con l’obiettivo di creare una comunità in cui tutti potessero diventare creatori di contenuti. Tutti gli account Musical.ly vennero quindi automaticamente trasferiti a Tik Tok, che iniziò presto la sua espansione globale.

 

Il primo logo di Tik Tok

Il primo logo di TikTok è molto simile a quello di Douyin. L’azienda ha, infatti, deciso di mantenere lo stesso design in quanto il simbolo era già conosciuto e riconoscibile.
Il nuovo logo di Tik Tok riprende quindi la nota musicale colorata che sottolinea il legame con canzoni ed effetti sonori.
Questa nota è caratterizzata dai colori nero, azzurro e rosa in quanto il designer che l’ha ideata era stato ispirato da un concerto rock a cui aveva partecipato, caratterizzato da una sala molto buia e un palco illuminato.
Ma non solo: l’azzurro richiama i colori del logo di ByteDance, mentre il fucsia quelli di Musical.ly
I colori accesi si sovrappongono a creare un senso di tridimensionalità e vibrazione, richiamando l’effetto glitch. 

In pochi, però, sanno che il logo di Tik Tok richiama anche la lettera D, in relazione al nome iniziale dell’app, Douyin.

 

 

 

2017: il primo restyling del logo di Tik Tok

Nel 2017, sotto la nota musicale si decide di aggiungere il nome del social network: Tik Tok.
Il font scelto è un semplice carattere san serif.

 

 

 

2018: il logo di TikTok come lo conosciamo oggi

Nel 2018, il logo viene nuovamente modificato, arrivando all’attuale versione che conosciamo tutti.
Le parole “Tik” e “Tok” vengono unite, mantenendo le loro iniziali in maiuscolo, e diminuisce lo spazio tra la nota musicale e il nome dell’app.
Il carattere tipografico è stato reso più bold e arrotondato, e l’effetto glitch è stato aggiunto anche alla O della seconda parola. 

 

 

 

L’icona dell’app TikTok

L’icona dell’applicazione di TikTok è costituita da un quadrato nero dagli angoli smussati, al cui centro compare la nota musicale, realizzata in bianco per contrastare con lo sfondo. 

 

 

 


Sei interessato a conoscere la storia dei loghi più famosi? Leggili tutti nel nostro blog: la Storia dei Loghi.