@: info@rundesign.it
Tel: +39.02.2593364

Logo Algida: storia di un marchio globale

Logo Algida: storia di un marchio globale
21 Luglio 2021 Alice Mennoia

Negli anni il brand produttore di gelati più amato dagli italiani ha raggiunto un livello globale. La marca soprannominata “Heartbrand”, il brand del cuore, rappresenta un caso interessante in quanto utilizza nomi differenti a seconda del paese di riferimento. Unilever è oggi proprietario unico della marca e ha deciso di unificare l’identità visiva in tutti i paesi indipendentemente dal nome locale. Prima di arrivare al conosciuto logo a forma di cuore, comune in tutti i paesi, il logo Algida ha subito diversi cambiamenti nel tempo.

 

Algida è l’azienda che ha fatto la storia del gelato industriale italiano. Nasce a Roma nel 1945 come “Industria Alimentari Gelati”.
Il primo prodotto presentato sul mercato è il “Cremino”, un gelato alla panna ricoperto da uno strato di cacao e sorretto da un bastoncino di legno. Da allora il marchio Algida è diventato sinonimo di qualità, legato di generazione in generazione, ai momenti più belli delle estati italiane.

 

1945: il primo logo Algida

La versione d’origine del logo Algida è composta da una forma a scudo, simile a uno stemma famigliare.
All’interno è diviso in due colori: la parte alta in giallo contiene il nome dell’azienda scritto in marrone; la parte inferiore, invece, è a sfondo marrone e contiene la scritta “Industria alimenti gelati” in bianco.
In Italia, il nome Algida deriva dal latino “Algidus”, cioè freddo, gelido, una chiara associazione al prodotto dell’azienda.  Sotto la scritta troviamo inoltre un cristallo di neve bianco. La scelta di quest’ultimo elemento e dei colori richiama il prodotto Algida.

1950: un logo crema e cioccolato

Nel 1950 il logo Algida viene per la prima volta modificato. La forma cambia e diventa un rettangolo dagli angoli arrotondati. Si mantiene la divisione dei due colori, caratterizzata da una sinusoide ascendente. Essi sono associati ai gusti tradizionali del gelato crema e cioccolato. Nella parte superiore a sfondo giallo troviamo la scritta “Algida” marrone in un font serif, grassetto maiuscolo. Nella parte inferiore, a destra appare invece una nuova scritta “Il gelato fidato” in giallo. La scritta è distribuita su due righe in un carattere corsivo. La forma dagli angoli arrotondati presenta una doppia cornice marrone.

1963: il logo viene arrotondato

Nel 1963 il logo subisce qualche piccola modifica mantenendo però le stesse caratteristiche principali del precedente. Il nome del brand è scritto con un font differente, senza grazie, più spesso e moderno. Anche i lati del rettangolo assumono una forma più morbida e arrotondata. La scritta “il gelato fidato” è di colore bianco, in un carattere minuscolo sans serif.
Le parole, inoltre, sono distribuite sulla stessa riga. In questa nuova versione del logo Algida prevalgono le linee curve che richiamano alla cremosità del prodotto.

Anni ’70: il nome diventa protagonista del logo

Negli anni ’70 Algida presenta una nuova versione del proprio logo. Appare unicamente la scritta Algida di colore arancione/rosso con un effetto tridimensionale creato da ombre marroni. I colori richiamano il sole e il calore dei tramonti della stagione estiva.

1983: il sole Algida

Nel 1983 il sole diventa l’elemento centrale del nuovo logo Algida. Un cerchio arancione appare dietro la scritta del marchio Algida. Essa è posizionata in prospettiva e mantiene l’effetto tridimensionale creato dalle ombre marroni già presenti nel logo precedente. Per il nome viene scelto il colore giallo e un nuovo font dalle linee più morbide. Questo logo esprime i valori dell’estate, delle vacanze, durante le quali viene consumato il prodotto.

1990: una nuova versione del logo 

All’inizio degli anni ’90 il logo Algida cambia nuovamente. Questa versione ricorda una tenda da sole a strisce bianche e rosse, come quelle presenti sui carretti dei gelati. Su di essa, in primo piano, troviamo un ovale contenente il nome del brand. L’ovale bianco è formato da una doppia cornice azzurro chiaro. La scritta al suo interno è di colore grigio scuro in un font che ricorda una scrittura a mano.

 

1998: nasce il logo “cuore di panna”

Il logo Algida diventa unificato a livello mondiale con il famoso cuore di panna, disegnato da Carter Wong Design di Londra. Il marchio raffigura, infatti, un doppio cuore stilizzato, formato da una stessa linea rossa che si muove a spirale su uno sfondo giallo. I colori sono ancora una volta quelli dell’estate. La scelta del cuore coinvolge l’area emozionale dell’individuo. La scritta Algida posta sotto al cuore è realizzata con un carattere corsivo in blu. Questa si differenzia a seconda del paese di riferimento. Oltre che per il nome, i paesi si differenziano nei diversi abbinamenti di colori rosso, arancione e giallo. L’icona rappresenta invece un ideogramma globale riconoscibile e comprensibile da tutti indipendentemente dal nome locale.

Tutti gli Stati, in cui è presente il gelato, sono raggruppati in un unico sito http://www.sharehappy.com/. La scelta di uniformare il logo vuole indicare che ci sono tanti nomi per lo stesso gelato ma quando lo si mangia si condivide la stessa esperienza in tutto il mondo.

 

Oggi: il logo bianco e rosso

Oggi il logo Algida appare ulteriormente semplificato. Il logo utilizzato attualmente nasce nel 2015.
Il giallo interno del cuore scompare. Sotto ad esso viene posizionata la scritta “Algida” in un nuovo font, non più corsivo ma in un carattere maiuscolo senza grazie di facile lettura. Anche per la scritta viene scelto il colore rosso. Algida presenta due versioni del proprio logo: una con le scritte bianche su sfondo rosso e l’altra con scritte rosse su sfondo bianco.

Ad accompagnare il logo vediamo lo slogan “Love milk. Love fruit. Love chocolate” in riferimento agli ingredienti di qualità presenti nel prodotto.

 

 

 

 

 


Sei interessato a conoscere la storia dei loghi più famosi? Leggili tutti nel nostro blog: la Storia dei Loghi.