@: info@rundesign.it
Tel: +39.02.2593364

La storia del logo Skype

La storia del logo Skype
3 Dicembre 2020 Alice Mennoia
Skype storia del logotipo

Per raccontare la storia del logo di Skype dobbiamo andare risalire fino al 2003, anno in cui nacque la piattaforma. Skype infatti è una piattaforma digitale di messaggistica istantanea e VoIP che permette la connessione multimediale con persone lontane tramite dispositivi mobili o pc. Tutti negli ultimi tempi ci siamo trovati a partecipare a riunioni, a collaborare con il proprio gruppo di lavoro, a condividere una storia o festeggiare un compleanno con amici e familiari, attraverso le videochiamate su Skype.

Nel 2003 la nuvola di Skype è rossa

Skype nasce nel 2003, in Estonia, quando Niklas Zennstrom e Janus Friis decidono di sfruttare la tecnologia P2P per sviluppare un software che consenta agli utenti di effettuare gratuitamente chiamate vocali e chat attraverso l’uso della rete internet. Il nome riprende la parola Sky, cielo, che evoca libertà e distanza, sottolineando così la principale funzione di Skype: superare la distanza fisica connettendo le persone attraverso la rete. Ed è proprio dalla rete che deriva l’altra parte del nome “pe” che nasce dall’abbreviazione di Peer to peer”. Nel 2003, per i primi test, si crea un logo semplice con un sottile carattere tipografico san serif che sul lato destro è circondato da una linea aperta che evoca una nuvola. Sotto la tagline “sky sharing”.

 

Primo logo Skype

 

Arrivati alla versione Beta 0.9, nello stesso anno, compare un logo diverso, quello che è considerato il primo logo Skype. E’ composto dal wordmark in bianco in minuscolo in Arial Rounded MT Bold, carattere tipografico dalle estremità morbide. Le lettere sono così vicine da toccarsi; esse in questo modo richiamano la connessione, la vicinanza e l’unione. Il nome, inserito in una forma ricca di curve irregolari che seguono i contorni dell’iscrizione crea l’immagine di una nuvola nel cielo di Skype. La nuvola è costituita da un gradiente dal rosso al bianco, che nella parte superiore diventa quasi trasparente. La scelta del rosso e del bianco rimanda alla professionalità, alla passione e all’energia dell’azienda.

 

Logo Skype nel 2003

 

Primo restyling del logo Skype nel 2004

Nel 2004 vengono apportate le prime modifiche al logo Skype: rimane la nuvola rossa che contorna la scritta ma cambiano la tonalità e le sfumature, che assunsero un colore più scuro. La direzione del gradiente viene invertita: la parte più chiara si trova quindi nella parte inferiore, all’opposto del primo logo. In alto a sinistra un bagliore, un colpo di luce viene introdotto sulle prime due lettere. In questo modo il logo Skype assume un aspetto tridimensionale. Un filetto sottile di un rosso più scuro chiude la forma nella parte inferiore. La scritta sembra dissolversi all’interno della nuvola.

Logo Skype 2004

 

Dopo un anno la nuvola si tinge di blu

Nel 2005 un cambiamento radicale sulla tavolozza dei colori viene applicato al logo. Si sceglie di utilizzare un azzurro cielo, colore che accompagna il marchio ancora oggi.
Il blu è uno dei colori più utilizzati nei loghi istituzionali poiché associato a sicurezza, serenità, affidabilità e tranquillità. Skype non è l’unica piattaforma social che ha scelto questo colore, non è un caso che si ritrovi infatti anche nei loghi di Facebook, Twitter, Linkedin. L’azzurro è un colore che suggerisce contatto e interazione e viene associato alle immagini di mare e cielo, metafora principale per il logotipo di Skype.

 

Logotipo Skype nel 2005

 

Si sceglie la semplicità per il logo Skype

Nel 2006 si semplifica il logo: eliminati i fasci di luce presenti nel riempimento del colore, rimane il gradiente di azzurro che cambia ancora direzione: la tonalità più chiara è nella parte superiore. La scritta in bianco è contornata da un bordo azzurro che ne evidenzia la parte superiore. L’effetto tridimensionale viene mantenuto.

 

Logo Skype 2006

 

2012 gli anni del cambiamento

Nel 2011 Microsoft compra Skype e nel 2012 annuncia la chiusura di Messenger. Skype rimane così l’unico sistema di instant messaging di Microsoft. Tra le novità anche un restyling del logo: diviene più semplice e a tinta piatta, bidimensionale. Eliminate le sfumature di colore, si riduce la palette cromatica a bianco più un’unica tonalità di blu il che lo rende più leggibile.

 

Logotipo Skype nel 2012

 

Nel 2017 l’icona di Skype diviene il logo

Nel 2017 Skype sostituì l’iconico wordmark con un nuovo logo, che in realtà altro non è che “il piccolo limone” come gli utenti chiamano l’icona dell’applicazione già in uso dal 2003/2004. Il logo è ora costituito da due elementi: una piccola nuvola geometrica contenente la sola lettera S maiuscola in bianco. A destra della nuvola si accosta la scritta completa Skype in blu. Il team sceglie un carattere tradizionale sans-serif , il Segoe UI, molto semplice e pulito, che Microsoft già utilizza per altre applicazioni. Per la lettera contenuta nella forma blu invece utilizza un font in grassetto simile a quello dei loghi precedenti.

 

Logo Skype 2017

 

La scelta è sicuramente legata all’obiettivo di uniformare il logotipo di Skype agli altri loghi di Microsoft, a scapito però di una riconoscibilità conquistata negli anni.

 

Logotipi Microsoft

 

Come è cambiato il logo Skype dal 2019 ad oggi

Nel 2019 scompare definitivamente dal logo di Skype il nome completo Skype, sostituito dall’icona che possiamo vedere anche oggi. Questo cambiamento fa parte di un progetto di refresh del design dei loghi dei servizi Microsoft Office 365. Un nuovo logo elegante e minimalista, composto da una forma creata dalla sovrapposizione di tre cerchi, come in precedenza, ma che assume un effetto di bombatura che lo rende tridimensionale. Al suo interno la “S” bianca quasi incisa, scavata diventa l’emblema Skype.

 

 

Questo cambiamento fa parte di un progetto di restyling del design dei loghi del pacchetto office 365.

 

Logotipi Microsoft Office365 2019

 


Sei interessato a conoscere la storia dei loghi più famosi? Leggili tutti nel nostro blog: la Storia dei Loghi.