@: info@rundesign.it
Tel: +39.02.2593364

Logo Maserati: la storia

Logo Maserati: la storia
1 Ottobre 2020 Alice Mennoia
Storia del logo Maserati

La Officine Alfieri Maserati fu fondata il 1° dicembre 1914 a Bologna, ma il primo logo Maserati compare solo anni più tardi. Da allora, Maserati ha svolto un ruolo di grande importanza nella storia della cultura delle automobili sportive e del loro sviluppo. Oltre un secolo di attività ha portato con sé risultati stupefacenti, sia su strada che su pista, così come periodi di grandi sfide, che hanno consentito all’azienda di forgiare il proprio carattere e la propria personalità.

Maserati è oggi un marchio globale, presente in oltre 70 mercati, che è riuscito a infondere nelle proprie vetture il patrimonio del passato e l’innovazione, con uno sguardo verso il futuro.

 

Il Tridente del logotipo Maserati

Nel 1926 nacque la prima automobile, la “Tipo 26”, sulla quale apparve il primo logo Maserati, realizzato da uno dei fratelli della famiglia Maserati appassionato di arte, Mario Maserati. Il disegno raffigurava un tridente, diventato il simbolo identificativo utilizzato su tutte le vetture da corsa di Maserati. È la fontana di Nettuno a ispirare il logo del tridente, che simboleggia la città di Bologna, sede principale dell’azienda.

Maserati aveva la necessità di un logotipo che garantisse che le nuove automobili prodotte si sarebbero distinte dalla massa, il tridente sottolinea l’esclusività delle automobili e la loro identità di eleganza, lusso e prestazioni sportive. Ad accompagnare il tridente, posizionata nella parte sottostante, c’era il nome dell’azienda scritto in un carattere stampatello maiuscolo.

Maserati Tipo 26

 

L’evoluzione del logo Maserati

Nel 1951 il marchio venne, per la prima volta, inserito in una forma ovale, appuntita alle estremità. Il nuovo logo Maserati è caratterizzato dalla comparsa dei colori, il rosso e il blu. Il tridente rosso, su sfondo bianco e la scritta Maserati su sfondo blu, sono un ennesimo richiamo alla città di Bologna, il quale stemma conteneva i medesimi colori.

 
Il primo tridente maserati
Negli anni successivi il logo ha subito leggere modifiche nelle tonalità dei colori e nei contorni della forma ovale. Nel 1954 l’ovale era contornato da una riga blu e i colori erano stati scuriti.

 

Tridente Maserati

 

Il restyling del 1983 dura solo due anni

Nel 1983 il restyling del logo Maserati, affidato a Michele Spera, essenzializza il tridente colorandolo di azzurro. Scompare il colore rosso e la scritta “Maserati” diventa nera, come il contorno dell’ovale, le quali estremità vengono arrotondate.

Questo logo rimarrà per soli due anni, nel 1985 si tornò al logo ovale originario, tridente rosso e scritta su sfondo blu, apportando piccole variazioni al tridente che viene semplificato soprattutto nella parte dell’asta.

 
Restyling logo Maserati

Nel 1997, dopo l’incorporazione con il gruppo fiat, il logo Maserati venne nuovamente sottoposto a un restyling. L’ovale fu allungato e il disegno dell’asta del tridente fu ulteriormente semplificato.

 

Semplificazione logo Maserati
Nel 2003 il gruppo fiat decise di sviluppare una campagna pubblicitaria internazionale in occasione del rilancio dello storico logo Maserati e della produzione di nuove autovetture. Vengono ridisegnate in particolare le due frecce laterali e creato uno stacco che separa il Tridente della zona blu che riempie la parte inferiore del classico stemma ovale.

 

Ridisegno Logo Maserati

 

Il logo Maserati si modernizza

Nel 2006 fu incaricata l’agenzia tedesca Seidldesign per il nuovo logo Maserati, fu cambiato il font del nome con il nuovo carattere Bembo. Venne alleggerito il dente centrale del tridente e semplificato il disegno per una migliore resa nelle piccole dimensioni. L’ovale assunse una forma tridimensionale, con delle ombre scure sulla parte destra.

 
Logo maserati 2006

Due declinazioni per i diversi usi grafici

Si sviluppa una doppia declinazione del logotipo Maserati, un marchio ovale da utilizzare nelle comunicazioni corporate e istituzionali e un marchio senza l’ovale, nero, da utilizzare per tutti gli strumenti di stampa e negli eventi di marketing.

 

Doppia declinazione logo maserati
Un’altra novità fu la “saetta” nel logo Maserati, da utilizzarsi solo come firma di prodotto nei materiali “below the line”.

Proprio pochi giorni fa, con il lancio del nuovo modello MC20, la casa automobilistica mostra i cambiamenti nell’identità del brand applicato all’automobile. Il tridente viene ulteriormente stilizzato, e viene utilizzato un unico colore blu di una tinta che viene definita “Blu Maserati”. Il nuovo logo viene definito più moderno, equilibrato ed elegante.

 

Maserati oggi


Sei interessato a conoscere la storia dei loghi più famosi? Leggili tutti nel nostro blog: la Storia dei Loghi.